Braciere delle scale

Putia con griglia

Curtigghio

panino artigianale vs panino industriale

Panini artigianali: come diffidare dalle imitazioni.

- No Comments -

Sono diverse le paninerie, i panifici, le hamburgerie che dicono di fare panini artigianali.
Ma quante di queste attività poi li fanno veramente?

Ieri, c’erano solo i paninari che vendevano i panini sul ciglio della strada. Oggi, con lʼesplosione della hamburgherie è molto facile ritrovarti in mano un panino che è solo la pallida imitazione di uno artigianale. 🍔

Spetta a te fare attenzione a come e dove compri: evitando così di mangiare qualcosa che è solo la copia fatta male di un vero panino artigianale.

Guardando le imitazioni, puoi renderti conto di come siano molto simili ai panini artigianali.

Eccetto per un particolare sconvolgente…

Il pane.

Il pane molto probabilmente è molto morbido e molto dolce.
Non è affatto “home made”.

Qui al Braciere delle scale, il nostro Erik prepara il pane con un mix di grani antichi locali, quando lo apre per metterci dentro i condimenti sprigiona un’odore incredibile.

Non puoi confonderlo perché quando lo mordi è croccante, quando l’odori è veramente fragrante. 🌭

Esistono altri aspetti a cui prestare attenzione se desideri riconoscere lʼoriginalità di un vero panino artigianale:

1. qualità della carne

Non solo, qui in putia abbiamo una selezione di carne incredibile, ma alcuni capi (come il maialino nero) vengono allevati direttamente dal nostro Erik 🍗

2. le salse

Non abbiamo il solito ketchup e maionese comprate nel primo discount, ma queste vengono preparate in putia con ingredienti di prima qualità. La salsa bbq è il nostro pezzo forte. 🌶️

Noi, crediamo di averti dato tutti gli elementi per valutare se quello che stai mangiando è un vero panino artigianale.

Diffida dalle imitazioni, vieni a gustarti un vero panino artigianale. Un panino fatto dalle mani dei nostri artigiani, un panino made in Braciere.

Le porte della nostra putia stanno per aprirsi, vieni a trovarci!

panino pausa pranzo braciere delle scale

Ecco il motivo che ti impedisce di mangiare un buon panino artigianale nella pausa pranzo

- No Comments -

Se ti piace l’idea di fare una pausa pranzo con un buon panino artigianale, allora dovresti leggere ogni parola di questo articolo.

Caro lavoratore,
Arriva un momento nel tuo quotidiano che qualsiasi pranzo a sacco o snack comprato al supermercato non ti basta più.

Vorresti qualcosa di più gustoso, sostanzioso e magari “fatto a mano”.

Non preoccuparti, se già stai iniziando a rifletterci su, sei sulla buona strada.

Ci siamo passati tutti, non sempre la pausa pranzo è la “pausa” che tanto ti meriti.

Oh certo, quel bar che fa i panini sotto l’ufficio sicuramente è a portata di mano sempre.

Ma che ne pensi se ogni tanto o tutti i giorni riusciresti a dare un senso alla tua pausa pranzo con un buon panino artigianale?

Noi pensiamo che il motivo che ti impedisce di mangiare un buon panino artigianale è che ancora non hai trovato il posto giusto per farlo.
Tutte le putie ti sembrano uguali e una vale l’altra per fare pausa pranzo?

Ti sbagli.
Esiste una putia in Via Cono 1 a Ragusa dove ogni pausa pranzo è qualcosa di più:

  • È una goduria per il tuo palato
  • È un motivo valido per alzarti dalla sedia comoda del tuo ufficio e non mangiare davanti al pc
  • È una pausa gustosa che puoi condividere con gli amanti del panino artigianale

Che ne dici, vuoi rivoluzionare la tua pausa pranzo per sempre o solo qualche volta?

Vieni a trovarci al Braciere delle scale.

Cosa dicono le tue abitudini alimentari sulla tua vita amorosa.

- No Comments -

Dicci cosa mangi e ti diremo chi sei o con chi stai!

Durante l’ascesa del movimento futurista agli inizi del 1900, i sostenitori italiani avevano rilasciato “The Futurist Cookbook”, un divertente, gioco di parole poetiche sulla costruzione di ricette basate sulla nozione che le persone “pensano e agiscono in base a ciò che mangiano e bevono”

Le nostre scelte in cucina finiscono come impronte digitali della nostra personalità, rivelando anche il nostro status sociale o economico.

Adesso è veramente arrivato il momento di scoprire chi sei e con chi stai!

  1. Potresti essere un adulto che lavora troppo che vive da solo se…
    Se ordini sempre cose diverse perché in fondo non riesci ad impegnarti con nessuno e con nessuna. Hai sempre il telefono tra le mani e finisci per consumare i pasti sempre davanti al lavello della cucina.
  2. Potresti essere un professionista dell’alimentazione se…
    Già da piccolo avevi la cucina giocattolo di Fisher-Price, poi da grande hai cominciato a usare il wok e il forno olandese di tua madre. Le tue cene sono sempre a tema, circondato da amici intenditori gastronomici e sommelier. Tra gli ospiti c’è sempre lei, ama cucinare pure lei e spesso fate a gara per stupire l’altro.
  3. Potresti essere una digital influencer se…
    “aspetta un attimo amore, non mangiarlo!” lo dici sempre al tuo lui quando uscite a mangiare fuori. L’ultima volta che hai postato una foto su instagram ha fatto più di 2000 like. Con il tuo ragazzo condividi la passione per la fotografia, nel tuo e nel suo profilo Facebook le foto profilo nuove non mancano mai!
  4. Potresti far parte di una giovane coppia rivoluzionaria se…
    Il sabato mattina è spesa al mercatino sotto casa per trovare le ultime novità bio. Avete molti animali domestici ma litigate ancora se avere figlio o no perché non siete riusciti a mettervi d’accordo sull’alimentazione che riceverà vostro figlio/a.

Ti riconosci in uno di questi profili? 1, 2, 3 o 4?

Se si scrivicelo con un commento.

Ricordati che il Braciere delle scale unisce proprio tutti. Sia che tu sia una digital influencer sempre a caccia con il tuo lui dell’ultimo food porn, si che tu sia lo chef di ogni situazione noi vi aspettiamo tutti in putia.

W il cibo, w l’amore.

buona carne

Gli estimatori dei panini imbottiti con buona carne rischiano di estinguersi?

- No Comments -

L’alimentare si evolve, le diverse mode culinarie si stanno diffondendo a macchia d’olio e chi non si adegua al cambiamento viene spazzato via. E’ già successo a moltissimi amanti dei panini imbottiti con la carne e succederà anche ad altri. Prima o poi dovranno rifarsi la dieta!

Prendiamo come esempio gli amanti dei dolci: erano più di miliardi prima che i dietologi si organizzassero con le diete come “La dieta Dukan” “La dieta dei 22 giorni” e altre migliaia di diete miracolose come “La dieta a zona”.

Forse tu starai pensando: “Che c’azzecca con gli amanti dei panini imbottiti con la carne?” Beh lascia che ti dica che ci sono delle profonde similitudini. La tendenza a mangiare solo roba verde in questo settore è agli esordi. Nonostante i veri estimatori dei panini imbottiti con la carne di tutto il mondo abbiano cercato di mantenere congelata la situazione, il processo non si può bloccare.

Da un po’ sono usciti i dati dell’ultima ricerca Censis e sono preoccupanti. Noi italiani mangiamo sempre meno carne e per essere precisi: -16% negli ultimi otto anni!

Lo riporta anche La Stampa in un articolo qui

E allora come evitare che queste categoria (bene prezioso dell’umanità) non si estingua?

Ecco i tre principali pericoli i cui possono incapparegli estimatori del panino imbottito con buona carne:

  1. Gli amici vegani e vegetariani aumentano mentre il numero di estimatori del panino imbottito con della buona carne continua a scendere, si possono ormai contare sul palmo di una mano. Vero? Probabilmente, anche tu non organizzi più le grigliate di una volta e si sono ridotte anche le volte che decidi di andare a mangiare fuori una buona bistecca al sangue.
  2. I ristoranti che offrono un’alternativa alla carne sono in forte espansione. Lattughina&co o SuperZucchina spopolano e ne trovi uno nuovo ogni trenta, quaranta metri. Probabilmente anche nella tua cerchia di amici avrai notato che anche il più incallito mangiatore di panini con la carne ogni tanto si concede con la sua ragazza una cenetta in uno di questi posti super super fighi.
  3. Siamo sommersi da notizie come “la carne è cancerogena”, “dietologo spiega come mangiare meno carne possa ridurre il rischio di cancro” e tantissime altre notizie che fanno veramente paura.

ATTENZIONE: si rimpicciolisce la cerchia dei veri estimatori del panino imbottito con della buona carne. Nel frattempo… loro, gli amanti del mangiare “sano e vegano” con la loro potenza di fuoco spaventosa stanno bruciando tutte le tappe.

Quanto ci abbiamo messo noi esattamente?
Anni, decadi, secoli per specializzarci nell’arte del cucinare sapientemente la carne, di abbinare ingredienti gustosi, di condire ad hoc ogni panino e nemmeno chef Rubio o Paolo Parisi stanno riuscendo nella loro difficile opera di “evangelizzazione”.
Ora non vorrei essere considerato un catastrofista, ma due più due fa sempre quattro! Questi sono tutti tranelli in cui, nel medio termine, possiamo evitare di cadere.

Dall’altra parte, però, nel nostro caso specifico bisognerebbe chiedersi:

Perché una persona dovrebbe amare così tanto un panino preparato con pane artigianale con all’interno il meglio della carne locale appena cotta accompagnata da salsine gustose e home made?

Sì, perché è questo il nostro pane quotidiano!

Non verdurine insipide e crude ma dei panini artigianali che dentro hanno della vera buona carne cotta a puntino.

Stanno cercando di boicottarci, ma noi no, resistiamo.

L’esercito dall’altra parte si è schierato e se tu vuoi schierarti dalla nostra questo è il momento! O ora, o mai più.

Chi può cambiare questa situazione infernale? Tu, facendo parte delle cerchia degli estimatori della buona carne alla griglia che si riunisce ogni sera qui al Braciere delle scale.

Chi ti parla?

Qui è Erik, e faccio questo mestiere da molto mooolto tempo e amo la carne nei panini (e non solo) come te.

Da quasi 5 anni, ho cambiato il modo di mangiare il solito panino con wurstel e patatine perché volevo che farti provare qualcosa di nuovo, di più gustoso ma anche di più nutriente.

Niente schifezze industrializzate. Come già sai anche le salse qui le preparo io.

Se non hai mai provato uno dei miei panini, questo è il momento.
Questo è il giorno ideale per aggiungerti alla nostra cricca di estimatore della carne.

Ma ascolta, ho da dirti un’ultima cosa:
Solamente le persone che lo vogliono veramente possono entrare dentro la mia putia.

Solo se sei un vero amante dei panini imbottiti con della buona carne e li sogni pure la notte potrai insieme a noi combattere il nemico.
Solo se sei uno che la settimana è andata storta se non hai mangiato uno di quei gustosi panini.

…Ti riconosci in queste descrizioni? Se sì, allora vieni a trovarci stasera.

Ci riuniamo per le 9 😀

L’unico modo che hai a Capodanno per mangiare un menù solo di carne?

- No Comments -

Prenota il menù d’asporto del Braciere delle scale che stiamo preparando per il 31 Dicembre.

Il numero dei menù è limitato: sono disponibili solo 100.

Puoi già farlo chiamando il 331 444 5252 o inviandoci una mail ad info@bracieredellescale.com
  • – Se l’ultima sera dell’anno non hai voglia di cucinare, ma vuoi goderti la vigilia.
  • – Se ami la carne e non la cucini mai bene e almeno l’ultimo dell’anno vorresti che la cucinasse qualcun altro per te.
  • – Se tu e i tuoi amici, amate il Braciere delle scale e anche il 31 volete sentirvi come in putia.

Insomma, se ti immedesimi in una di queste frasi, compila i campi sotto e scarica il menù d’asporto che vogliamo prepararti per l’ultimo dell’anno.

Condividilo con i tuoi amici!

Il valore di un grazie

- No Comments -

Che valore ha un grazie?

A volte si dice per educazione, altre volte si utilizza in risposta a qualcosa o a qualcuno, ma il valore del vostro grazie è qualcosa che non riusciamo ancora oggi a capire.

Tutto è cominciato con la social-bufala per il marchio Zara, il Braciere ha voluto invece chiedere di essere ringraziato senza nulla in cambio se non un “grazie”, è stato semplice perché ad amici come voi non c’è bisogno di promettere improbabili premi. 

Read More

Un panino da re

Un panino da re al Braciere delle scale

- No Comments -

Chi ha assaggiato un Panino del Braciere si sarà subito accorto che il nostro panino è un panino con la “P” maiuscola. Stanchi del solito prodotto,  abbiamo pensato di crearne uno degno del trono. Eccovi una spiegazione dettagliata di cosa rende il nostro panino regale:

Partiamo dalla carne, la carne viene selezionata con cura: quella di maiale nero, di cavallo, di bufalo, di asino e l’eccezionale porchetta artigianale  ci vengono fornite da un produttore locale di fiducia.

Read More